qrcode_ilovewasabi

freccia_qrcodes.pngScarica il software qui, inquadra il qrcode con il tuo cellulare, potrai dirci che ti piacciamo su fb!

Le nostre news

Cosa deve fare un Avvocato se deve promuoversi?

News

istatLa società odierna non consente di restare indietro con i tempi, praticamente a nessuno: sono ben poche le attività professionali che possono permettersi di non avere una presenza nel mondo dell’online, che per di più deve essere costante, curata ed attiva. A questa sorta di legge non scritta collettiva, non fa eccezione la categoria degli avvocati (e degli studi legali).

Presenziare sul web è fondamentale per potersi costruire un’immagine a tuttotondo, raggiungere una fetta di potenziale clientela sempre più vasta e rendere la propria attività in qualche modo virale.

Proprio questo è nato PromozioneAvvocato.it, l’iniziativa avente lo scopo di aiutare l’Avvocato a promuoversi sul web.

Leggi tutto... [Cosa deve fare un Avvocato se deve promuoversi?]
 

Emergenza Covid-19

News

misure-covid19Disposizioni in materia #Covid19

Lo Studio Wasabi rimarrà chiuso da oggi al 3 Aprile ma saranno garantiti i servizi in remoto e richieste in urgenza come sempre, attraverso mail, telefono, Skype, Whatsapp.

Data la situazione si è deciso di estendere momentaneamente la capienza delle caselle email dei vari account dei clienti.

Certi della vostra collaborazione, auguriamo che tutto si risolva nel più breve tempo possibile.

Leggi tutto... [Emergenza Covid-19]
 

Come rendere il proprio sito migliore della concorrenza

News

istatE’ passato quasi un ventennio dalla comparsa di Internet da un punto di vista commerciale, quando le società cominciarono a comprendere le potenzialità della "rete"; da allora molto è cambiato, sia da un punto di vista tecnologico che di approccio alla virtualità di internet; vediamo come si è sviluppato questo cammino.

Venti anni fa per collegarsi ad internet c’era il modem che teneva occupata la linea per tutta la durata della connessione circa 200 volte più lenta di quella media odierna, le velocità di caricamento delle pagine di un sito erano da pausa caffè e nascevano le prime chat organizzate in gruppi.
Fino al 2000, anno in cui vi fu lo scoppio della bolla Internet, le poche aziende utilizzavano la rete come fossero vetrine di negozi su di una strada, confidando nella navigazione degli utenti. Da allora è cambiato molto?

Leggi tutto... [Come rendere il proprio sito migliore della concorrenza]
 

Web 2019: cosa accadrà

News

web-2019-thumbLa diffusione di internet

Ormai internet è diffuso in tutto il mondo, comunque ancora non tutte le persone ne possono beneficiare.
I dati però sono confortanti, in un rapporto annuale attuato nel 2018, la popolazione che usufruisce della rete ormai supera i 4 miliardi su una popolazione mondiale di 7,645 miliardi.
Gli Stati Uniti, la Scandinavia e l'Australia si aggiudicano il primo posto per quanto riguarda il numero degli abitanti collegati sulla rete al mondo, l'Europa, la Gran Bretagna, il Giappone, L'America del Nord invece si collocano al secondo posto, al terzo posto abbiamo l'Asia, il Perù, il Messico, il Brasile e l'Argentina, la Russia, al quarto si colloca l'Oceania a causa soprattutto della scarsa densità di popolazione e a l'ultimo posto troviamo l'Africa.
Le persone si collegano in rete per svariati motivi, come cercare le informazioni che più gli interessano, ed anche collegarsi ai social network.
In Italia vi sono molte persone che si collegano ai social network come youtube, watzap, facebook, instagram, twitter, skype e moltissimi altri.

Leggi tutto... [Web 2019: cosa accadrà]
 

L'importanza del web marketing

News

seo-specialistInternet: la situazione in Italia rispetto all’Unione Europea

In Italia, l’uso di Internet è decisamente maggiore rispetto a qualche anno fa. Tuttavia, rispetto alle altre nazioni dell’Unione Europea, il Belpaese si ritrova ad affrontare un divario alquanto consistente. I numeri parlano chiaro. Nella fascia di età compresa tra i 16 e i 74 anni, oltre il 52% degli italiani ha utilizzato il proprio computer quotidianamente per collegarsi ad internet.

Il dato va letto con due interpretazioni: positiva, visto che rispetto al 2008 si è registrato un aumento di 11 punti percentuali. A testimonianza della diffusione su larga scala di internet; di converso, negativa, perché se si tiene in considerazione la stessa fascia di età nei Paesi dell’Unione Europea, la percentuale di coloro che hanno utilizzato il proprio pc per connettersi ad internet è del 64%. 12 punti percentuali di differenza sono troppi, nonostante i miglioramenti in un intervallo di tempo pari a 10 anni.

Leggi tutto... [L'importanza del web marketing]